Cos’è il Dialogo dell’UE con i Giovani


Il Dialogo dell'UE con i Giovani è un meccanismo di consultazione tra i giovani e i responsabili delle decisioni politiche, che si svolge nel quadro della Strategia dell'UE per la Gioventù. Mira fondamentalmente a garantire che le opinioni, i punti di vista e le esigenze dei giovani e delle organizzazioni giovanili siano presi in considerazione nella definizione delle politiche giovanili dell'UE. Si articola in cicli della durata di 18 mesi, coordinati ciascuno da un trio di presidenza del Consiglio dell’UE, nell’ambito dei quali si individuano e approfondiscono alcune priorità tematiche.


Al termine delle attività nazionali ed europee, i risultati vengono raccolti, analizzati e ulteriormente discussi alle Conferenze della Gioventù dell'UE. Lì, rappresentanti dei giovani e responsabili politici hanno l'opportunità di lavorare insieme e presentare un messaggio comune all'UE. Queste Conferenze si svolgono due volte l'anno e sono ospitate dal Paese che detiene la Presidenza dell'UE. Le conclusioni sono poi presentate al Consiglio dell'Unione Europea che può, infine, adottare un documento strategico contenente le opinioni dei giovani.


La nuova Strategia dell’UE per la Gioventù si concentra su tre settori d'intervento fondamentali: “Mobilitare, Collegare, Responsabilizzare”. Inoltre, incoraggia la cooperazione intersettoriale in relazione a questioni riguardanti i giovani e costituisce il quadro di riferimento per la collaborazione a livello europeo sulle politiche in favore dei giovani per il periodo 2019-2027. Promuove, infine, la partecipazione dei giovani alla vita democratica, ne sostiene l'impegno sociale e civico e punta a garantire che tutti i giovani dispongano delle risorse necessarie per prendere parte alla società in cui vivono.

Documenti